Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Riccardo Tesi & Banditaliana. La storia di "Bella Ciao".

Data:

25/04/2019


Riccardo Tesi & Banditaliana. La storia di

TUTTO ESAURITO! Aperta lista d'attesa per le prenotazioni.

Riccardo Tesi & Banditaliana, tornano in Australia nel periodo aprile-maggio 2019 con un tour dal titolo "Argento" inteso a festeggiare i 25 anni di carriera del gruppo. In occasione del 25 aprile, si esibiranno all'IIC Melbourne in uno spettacolo speciale dal titolo "Bella ciao".

====== 

"Bella ciao" è lo spettacolo che storicamente ha segnato l’inizio del folk revival italiano, grande movimento musicale oggi ribattezzato world music, che ha portato al recupero e alla valorizzazione di strumenti e repertori tradizionali.

La sua prima rappresentazione ebbe luogo il 21 giugno 1964 durante il “Festival dei Due Mondi” di Spoleto. Il canto e la cultura delle classi subalterne vennero presentate sul palcoscenico ad un pubblico borghese, lontano dai modi e dai contenuti di questa musica.

Nonostante tutto, la rappresentazione fu accompagnata da numerose polemiche.

I disordini scoppiarono quando un generale, presente allo spettacolo, denunciò la compagnia per vilipendio delle Forze Armate a causa di una strofa antimilitarista nella canzone Gorizia, scatenando così una lotta ed un dibattito politico di dimensioni nazionali tra la destra e la sinistra.

Ma, immediatamente, lo scandalo di Spoleto procurò una grande pubblicità a "Bella Ciao" che riscosse da lì in avanti un inatteso successo avvicinando le giovani generazioni della sinistra alla riscoperta del canto popolare come fenomeno identitario.

Da questa rappresentazione deriva il lavoro di tutti i musicisti che, con grande successo, oggigiorno portando la musica popolare italiana nelle piazze di tutto il mondo.

Nel corso di questi 50 anni la riproposta del canto popolare ha spesso cambiato forma, anima e filosofia, intrecciando il suo cammino con stili e generi contemporanei, segnando così profondamente la scena musicale attuale.

"Bella ciao" è una lezione di democrazia che nasce dal basso. Un romanzo storico narrato attraverso la musica, i suoni e le parole.

Ancora oggi le sue canzoni non solo conservano tutta la loro potenza espressiva, ma hanno acquisito una nuova urgenza nel mondo globalizzato per i loro valori libertari, pacifisti e civili.

Canzoni che parlano dei temi universali dell’uomo: lavoro, oppressione, emigrazione, amore, festa, come fanno tutte le canzoni popolari.

Per questo sono la colonna sonora ideale per una festa come il 25 aprile.

"Il nostro spettacolo racconterà la storia di questa rappresentazione e il percorso di musicisti come noi che sono figli di Bella Ciao, i quali hanno vissuto le stagioni successive del folk revival fino al giorno d’oggi." (Banditaliana)

=======

Il quartetto, nato nel 1992 da una felice intuizione di Riccardo Tesi, è ormai uno dei gruppi italiani di world music più noti a livello internazionale. Composizioni originali, virtuosismi strumentali, preziosi incastri ritmici ed arrangiamenti raffinati costituiscono la cifra stilistica del gruppo che con la sua musica fresca e solare, profumata di Mediterraneo, ha incantato le platee dei più importanti folk and world festival mondiali.

Artefice della riscoperta dell'organetto diatonico in Italia, Riccardo Tesi ha rivoluzionato l'immagine ed il vocabolario di questo strumento popolare forzando i ristretti confini della musica etnica per inserirlo in ambito jazz e cantautorale (Tesi è stato l'organettista di Ivano Fossati, GianMaria Testa e di Fabrizio De André nel suo ultimo Anime Salve).

Fin dal suo esordio nel 1992, sono elementi portanti della band Maurizio Geri, voce solista e chitarrista funambolico il cui stile fonde le tematiche legate alla musica mediterranea con l’improvvisazione swing-manouche, Claudio Carboni, sassofonista dotato di un fraseggio secco e preciso, cresciuto nella migliore tradizione del liscio e, dal 2010, Gigi “FastFoot” Biolcati, il percussionista scalzo che aggiunge il suo personalissimo groove alla musica di Banditaliana.

Il gruppo Riccardo Tesi & Banditaliana, ha già effettuato due tour in Australia, nel 2007 e nel 2011, riscuotendo ottimi consensi sia da parte del pubblico che della critica.

Per maggiori informazioni sul gruppo: cliccare qui

 

Posti limitati. Prenotazione obbligatoria: T 9866 5931; E iicmelbourne@esteri.it

Informazioni

Data: Gio 25 Apr 2019

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : IIC Melbourne

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

IIC Melbourne, 233 Domain Rd, South Yarra

844