Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Vero Codice Da Vinci

Data:

13/11/2019


Il Vero Codice Da Vinci

odifreddi 3

"Il codice Da Vinci" è solo l'ultimo capitolo di un secolare percorso che ha portato a considerare Leonardo come un genio universale: un percorso culminato nelle celebrazioni di quest'anno, per il cinquecentenario della sua morte. In realtà Da Vinci è stato un grandissimo artista, ma un mediocre scienziato e un pessimo matematico: mentre le sue opere pittoriche, dall'Ultima Cena all'Adorazione dei Magi, rivelano un'ottima conoscenza delle tecniche della prospettiva, che all'epoca era un'innovazione recente, i suoi codici mostrano un profluvio di schizzi di macchine spesso irrealizzabili, che solo in alcuni casi rari possono essere interpretate col senno di poi come prefigurazioni di tecnologie moderne.

Dobbiamo accettare il fatto che Leonardo fosse a suo agio più con i pennelli, che con i numeri. Ma un caso della vita l'ha portato a conoscere e a diventare amico del matematico Luca Pacioli, che alla fine del '400 scrisse un trattato su La divina proporzione e gli chiese di illustrarlo. Il risultato furono sessanta disegni di solidi più o meno regolari, in varie contrapposizioni: piena o scheletrica, intera o troncata, normale o stellata. Queste tavole rimangono un contributo unico alla costruzione del ponte fra matematica e arte, e hanno ispirato molti pittori contemporanei e successivi, da Durer a Dalì. E lo stesso ha fatto il famoso disegno dell'Uomo vitruviano, che lega le proporzioni della figura umana al cerchio e al quadrato, che simboleggiano rispettivamente il Cielo e la Terra.

 

======

 odifreddi

Piergiorgio Odifreddi (1950) ha studiato matematica in Italia, Stati Uniti e Unione Sovietica, insegnato logica matematica presso l'Università di Torino e la Cornell University (Usa), e collaborato con La Stampa, Repubblica e Le Scienze.

Nel 2011 ha vinto il Premio Galileo per la divulgazione scientifica, e i suoi libri divulgativi più noti sono Le menzogne di Ulisse (2004) sulla logica, C'è spazio per tutti (2010) sulla geometria, e Il museo dei numeri (2013) sull'aritmetica.

È autore di noti best-seller che hanno diviso i lettori tra gli ammiratori e i detrattori, quali Il Vangelo secondo la Scienza (1999), Il matematico impertinente (2005), Perché non possiamo essere cristiani (2007), Il dizionario della stupidità (2016) e La democrazia non esiste (2018).

Dopo aver scritto un libro come lettera aperta a Benedetto XVI nel 2011, ne ha ricevuto una lunga risposta pubblica nel 2013, e ha pubblicato con il papa emerito Caro papa teologo, caro matematico ateo (2013).

I suoi ultimi libri sono Il Dio della logica. Vita di Kurt Gödel (Longanesi, 2018) e Il cinico e il sognatore con Oscar Farinetti (Rizzoli, 2019).

Informazioni

Data: Mer 13 Nov 2019

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : IIC Melbourne

In collaborazione con : IIC Sydney

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Melbourne, 233 Domain Rd, South Yarra

911