Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Morestalgia di Riccardo Benassi. Conferenza performativa.

Data:

05/12/2019


Morestalgia di Riccardo Benassi. Conferenza performativa.

L'IIC Melbourne ha il piacere di presentare una performative lecture su Morestalgia di Riccardo Benassi, uno tra i progetti vincitori della V edizione  del bando Italian Council ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attivita Culturali, per promuovere l'arte contemporanea italiana nel mondo.

Scarica qui il comunicato stampa.

======

riccardo benassiRiccardo Benassi ha creato il neologismo 'morestalgia' per aggiornare il significato del sentimento della nostalgia all’interno di campi di studio quali la memoria e gli affetti, la migrazione e la famigliarità, la fenomenologia delle interfacce contemporanee e la psicanalisi, la storia e la futurologia. Il suo corrispettivo in un linguaggio cosmopolita è 'augmented nostalgia': un tipo specifico di nostalgia che provoca un dolore simile a quello causato dall’invidia, un sentimento di mancanza che si traduce come perdita. Gli esseri umani 'morestalgici' sono portatori del desiderio di vivere un'esperienza che hanno precedentemente inteso come plausibile ma che non richiamano dal proprio passato, in quanto questo è stato sostituito dalla navigazione immersiva offerta dal web.

La pratica di Riccardo Benassi si è distinta negli anni per un approccio multidisciplinare che riflette sull’impatto delle tecnologie nella nostra quotidiana relazione con lo spazio e le persone, e su come esse abbiano radicalmente alterato le strutture abitative e l’organizzazione del reale, dall’architettura alla politica, così come nella produzione e nel consumo di cultura. Sviluppando spesso progetti collaborativi all’interno delle ultime 'sottoculture' degli anni ’90, Benassi ha rappresentato, negli anni del suo esordio, una figura chiave nella scena della musica underground europea. Altrettanto attivo in campo visuale, con una frequentazione dei New Media, con particolare riferimento alla crescita espressiva della millennial generation, ne è diventato un riferimento sia sul piano teorico che su quello formativo e procedurale. Le sue opere sono il risultato di un articolato assemblaggio di immagini, testi, suoni, colori, oggetti di design e diversi materiali che insieme generano installazioni su grande scala, video, libri d'artista ed elementi scultorei.

 

Evento gratuito. Gradita la prenotazione: T 9866 5931; E iicmelbourne@esteri.it

 

Informazioni

Data: Gio 5 Dic 2019

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : IIC Melbourne

In collaborazione con : Xing (Bologna)

Ingresso : Libero


Luogo:

IIC Melbourne, 233 Domain Rd, South Yarra

907