Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Phenomena | MIFF 2023 | IIC Melbourne

Phenomena
Dir. Dario Argento – Italia, Svizzera
Questo capolavoro anticonvenzionale, interpretato da una Jennifer Connelly allora quattordicenne, è ampiamente considerato come uno dei film più eccentrici e bizzarri di Dario Argento.

Jennifer Corvino, figlia di una famosa star del cinema americano, viene mandata a studiare all’Accademia femminile Richard Wagner in Svizzera. Una volta lì, si ritrova sulla strada di un serial killer che prende di mira le ragazze adolescenti. Naturalmente, la sua tendenza a sonnecchiare e il suo legame telepatico con vermi e mosche si riveleranno utili per risolvere gli omicidi, soprattutto dopo aver collaborato con un entomologo forense e la sua balia scimpanzé.

Nonostante presenti molti dei tic e dei tropi caratteristici del maestro italiano, alla sua uscita nel 1985 il caotico mix di giallo, animalesco e horror soprannaturale di Phenomena fu considerato una significativa svolta stilistica. A distanza di quasi quattro decenni, è ancora probabilmente il suo film più delirante. Interpretato dalla Connelly (Bad Behaviour, MIFF 2023) nel suo primo ruolo da protagonista e da Donald Pleasence, il film è caratterizzato da magnifici effetti ottici e da un’incredibile colonna sonora di pop e metal anni ’80, che include i Goblin, collaboratori di lunga data di Argento, insieme a Motörhead, Iron Maiden e Bill Wyman dei Rolling Stones. Ridotto in modo significativo e originariamente distribuito per il pubblico di lingua inglese con il titolo Creepers, il film sarà proiettato al MIFF nella sua versione “integrale” di 116 minuti.

Uno dei film più strani dell’opera di Argento… Molto divertente e la trama diventa sempre più interessante ad ogni sua svolta”. – Screen Anarchy
116 MINUTI

 

Dario argento

  • Organizzato da: Melbourne International Film Festival
  • In collaborazione con: Istituto Italiano di Cultura di Melbourne